venerdì 24 gennaio 2014

Il peeling fai-da-te per una pelle perfetta.

venerdì 24 gennaio 2014

Siamo nel pieno dell’inverno e questo significa che siamo anche nel pieno del nemico numero uno della nostra pelle: il freddo! Danneggia, irrita, aggredisce e screpola la nostra pelle, dunque prendersene cura diventa ancora più importante, a partire da quella del viso, che è sempre la più esposta e la più caratterizzata da impurità. Alla base di questa cura c’è una buona pulizia del viso e alla base di una buona pulizia del viso c’è il peeling.
Gli ingredienti possono essere vari, a seconda del tipo di peeling di cui si ha bisogno. Ad ogni modo, vi consigliamo ti provarne magari diversi per trovare quello più mirato ed efficace per la vostra pelle. Andiamo quindi a vedere quali sono i componenti per realizzarlo.
Ci sono due tipi di acidi da considerare. Da una parte troviamo gli alfa-idrossi acidi (AHA), ovvero tutti gli acidi della frutta, come ad esempio agrumi e papaya. Stimolano la produzione di collagene, che rassoda i tessuti. Poi ci sono i beta-idrossi acidi (BHA), prodotti in laboratorio, tranne l’acido salicilico, derivato dalla corteccia del salice, perfetti per acne e pori dilatati. Infine, la Vitamina E è un potente antiossidante, che aiuta la pelle a mantenersi giovane.

Bene, ora vediamo come procedere.
Dopo aver lavato il viso solo con acqua e latte detergente, bagniamo un dischetto con il peeling e lo stendiamo sul viso con movimenti leggeri. In alternativa possiamo applicarlo su una spazzola per il viso come questa
 che può essere usata anche più avanti per la pulizia del viso finale. Anche in questo caso bisogna bagnare la spazzola e poi effettuare dei movimenti circolari. Partiamo dalla fronte e lasciamo per ultime le guance. Evitiamo assolutamente contorno labbra e occhi. Se avvertiamo una sensazione di leggero formicolio e calore, è perfettamente nella norma, per cui non c'è bisogno di preoccuparsi. Finito il tempo di posa, sciacquiamo con acqua fresca e applichiamo una crema con un fattore di protezione medio-alto, anche se il tempo è nuvoloso e pensiamo non sia necessario: i raggi UV sono comunque attivi.
Ad ogni modo, prima di utilizzare il peeling da voi scelto, è sempre bene testarlo su una piccola parte della vostra pelle, per assicurarvi che non faccia reazione, causando, in alcuni casi, vere e proprie scottature. È importantissimo, perché il peeling, agendo così profondamente, se sbagliato per voi, può causare danni non indifferenti.


 
Claudia Bombelli (guest post)
Image courtesy of stockimages / FreeDigitalPhotos.net

Nessun commento:

Posta un commento

Essence de Vanille - Blog © 2014